Articoli - Alcol Carcere e Diritti

Alcol,carcere e diritti
PROGETTO DI RICERCA INDIPENDENTE E DI CONSULENZA SUI PROBLEMI ALCOL-GIUSTIZIA CORRELATI
Alcol, carcere e diritti
Vai ai contenuti

DIMINUIRE L'USO DI ALCOL PER COMBATTERE MEGLIO LA COVID: SI PUO' E SI DEVE.

Alcol Carcere e Diritti
Pubblicato da Gabriele Sorrenti in Editoriali · 1 Ottobre 2020
Tags: alcolprevenzionesaluteCOVID19
Una delle strategie individuali e di salute pubblica che possono e devono essere messe in atto da subito é la riduzione del consumo di bevande alcoliche da parte di tutta la popolazione.
L'uso di alcol costituiisce un problema COVID correlato per almeno due aspetti.
Il primo é l'azione psicoattiva (ampiamente dimostrata già a basse dosi) che induce ad "abbassare la guardia", ad essere meno prudenti, a considerare con meno lucidità e sottostimare il rischio delle nostre azioni.
Il secondo é l'azione tossica, anch'essa ampiamente dimostrata, sull'organismo che riduce, tra l'altro, l'efficienza del nostro sistema immunitario di fronte al virus Sars-CoV2 (responsabile della Covid-19).
E' eticamente indispensabile spiegare bene alla popolazione, tenendo conto anche della varietà linguistica e culturale per la quale serve una azione di mediazione culturale, che é necessario che ognuno di noi riduca e possibilmente azzeri il consumo di alcol, anche se ritenuto già basso.
I pubblici amministratori, poi, possono e devono mettere in atto azioni immediate tese a diminuire l'accesso alle bevande alcoliche: per esempio vietandone la vendita e il consumo in pubblico almeno alla sera dopo le 21 e vietando la pubblicità con ogni mezzo di tali prodotti.
Non é accoglibile l'obiezione riguardante il danno che subirebbe l'industria delle bevande alcoliche dato che esso sarebbe incomparabilmente minore a quello causato da chiusure generalizzate di attività economiche dovute ad una esplosione del contagio, senza contare il danno anche economico provocato dalla malattia in termini di cure ed invalidità.
Tutti abbiamo ben presente il periodo del lockdown: quanti sarebbero disposti a ritornare a quei giorni per il piacere del bere alcol?
Del resto, la Costituzione tutela in modo indiscriminato il diritto alla salute mentre subordina i diritti dell'impresa e del guadagno agli interessi pubblici generali e preminenti.
Diminuire il consumo di bevande alcoliche é una strategia importante e facilmente attuabile per contrastare l'epidemia. Non farlo é un modo colpevole di aumentare la diffusione della Covid le cui conseguenze ricadono su ciascuno di noi, anche di chi non beve alcol.



Sito creato da Gabriele Sorrenti con WebSite X5
contatti
Gabriele Sorrenti
+ 39 371 438 1985
counseling@gabrielesorrenti.it
Torna ai contenuti